Tossina botulinica dermocosmetica: un nuovo peptide biomimetico? Biiang indaga.

L’argomento che andremo a trattare oggi è una nuova frontiera per la dermocosmesi: una molecola capace di essere veicolata in soluzione e che posta sulla nostra pelle la distende, ottenendo così un rilassamento muscolare parziale con effetto liftante.

Le sostanze botox-like sono particolari tipi di sostanze dotate di un’attività analoga a quella esercitata dalla tossina botulinica quando viene iniettata in corrispondenza delle rughe d’espressione, provocate dalla continua e ripetuta contrazione dei muscoli facciali.

Infatti, queste sostanze sono in grado di indurre la decontrazione dei muscoli mimici, con conseguente temporanea distensione delle rughe da essi provocate.Le alternative cosmetiche al botulino proposte dal mercato dei prodotti antiage sono in continua evoluzione e crescita. Difatti, la cosmesi cerca ormai da anni di proporre ingredienti e prodotti che siano in grado di attenuare i segni del tempo senza dover ricorrere alle iniezioni di Botox o agli interventi di chirurgia estetica.
Si tratta di un composto che non ha nulla a che vedere con il C. botulinum.
Non viene iniettato nel tessuto ma viene semplicemente massaggiato sulla cute ed il suo assorbimento, comporta il classico “effetto botulino”.

Biiang è andato ad esplorare.

E’ molto difficile trovare qualche articolo a riguardo.
Siamo approdati in Corea ed abbiamo scoperto che una nota azienda di questo paese produce un composto denominato Litoxin, una molecola di sole 50Kdalton che sarebbe capace di permeare la pelle, che avendo caratteristiche chimico-fisiche mimetiche, simili alle tossine botuliniche in commercio, comporterebbe un’azione sulle placche neuromuscolari con
conseguente inibizione parziale e reversibile delle contrazione muscolare facciale. Tutto ciò si tradurrebbe in un effetto miorilassante della muscolatura facciale.
(Inviaci una email per sapere se riusciremo ad avere questo prodotto a: info@biiang.com)

Supponiamo si tratti di un peptide. Sono sostanze di sintesi, cioè costruiti interamente in laboratorio. Si tratta di attivi di moderna concezione biochimica, di piccole dimensioni, formate da sequenze di aminoacidi simili a quelle della parte attiva di una proteina naturale con un’azione specifica da “mimare”; infatti,
“mimano” l’azione di una proteina naturale alla quale assomigliano;legandosi in modo altamente specifico ai recettori delle cellule che regolano particolari
processi biologici.

Di seguito elenchiamo alcuni dei peptidi che conosciamo:

  • ACETIL ESAPEPTIDE o ARGIRELINA: è un esapeptide di sei aminoacidi ad azione “botox-like” che mima la tossina botulinica di tipo A. L’attivo si accumula nella pelle e, dopo all’incirca una decina di giorni di utilizzo costante, comincia a essere efficace nel ridurre la comunicazione tra i nervi e i muscoli mimici che si decontraggono, diminuendo la visibilità delle rughe di espressione. Questo ingrediente funzionale cosmetico è sicuro dal punto di vista tossicologico per l’impiego cutaneo, l’effetto miorilassante è reversibile ed è legato alla presenza del peptide nella pelle. Ciò significa che, nel momento in cui si sospende il trattamento cosmetico, il tessuto torna nelle condizioni iniziali.
  • TRIFLUOROACETIL TRIPEPTIDE-2 è un peptide biomimetico che inibisce una proteina tossica responsabile dell’invecchiamento, chiamata Progerina. E’ stato dimostrato che riduce i segni dell’invecchiamento, aumentando l’elasticità e il rassodamento dei tessuti. Agisce inoltre sulla profondità delle rughe già presenti.
  • ACETIL ESAPEPTIDE-8 è un attivo di ultima generazione cosmetica, che riduce la visibilità estetica delle rughe di espressione. Ha un’efficacia microdecontratturante botox-like che attenua le piccole rughe da espressione perché agisce a livello della contrazione dei muscoli mimici. Mima la tossina botulinica in modo sicuro e reversibile: test in vitro hanno dimostrato che inibisce il trasporto dei neurotrasmettitori che inducono la contrazione muscolare, riducendolo del 30%. In vivo, il test condotto su 15 volontari con una soluzione al 5%ha dimostrato, dopo 28 giorni di trattamento, una diminuzione delle rughe del 38% (le rilevazioni sono state fatte con profilometria e microscopia stereoscopica).
  • PALMITOIL PENTAPEPTIDE-3 (nome commerciale Matrixyl) è uno dei più potenti peptidi scoperti nelle ultime generazioni di prodotti anti-aging. E’ in grado di aumentare la formazione di nuovo collagene e acido ialuronico e donare così nuova elasticità e compattezza alla pelle, riducendo i cedimenti associati all’invecchiamento. (n.b. diventa ancora più efficace quando combinato con altri peptidi come Argirelina).
  • PALMITOIL PENTAPEPTIDE-4. L’impiego di questo peptide cosmetico promuove la neoformazione di collagene e acido ialuronico da parte dei fibroblasti. Inoltre, consente una ricostruzione fisiologica del derma che riduce la profondità delle rughe, conferisce compattezza alla pelle e ne migliora il tono e l’elasticità.
  • PALMITOIL EPTAPEPTIDE-5. Ha dimostrato di incrementare del 230% la sintesi di collagene I (maggiormente presente nella pelle) da parte di un modello cellulare di fibroblasti dermici umani in una coltura in vitro (72 ore). In vivo ha dimostrato, soluzione al 5%, dopo un trattamento di 28 giorni su 15 volontari, una riduzione delle rughe del 33%.

Considerato il loro meccanismo d’azione, sono indicati intorno ai 35-40 anni, a seconda dello stato di invecchiamento cutaneo. Per le pelli con un’evidente quantità di rughe di
espressione, si possono utilizzare già a partire dai 35 anni, negli altri casi dai 40-45 anni a seconda della reale necessità. Andrebbero
impiegati durante il giorno, in associazione a un trattamento notturno con sostanze che stimolano il rinnovamento cellulare epidermico e agiscono positivamente sui fibroblasti come ridensificanti-rassodanti.
Gli studi sono molti. Ad oggi, tuttavia, non si può ancora parlare di botulino cosmetico.
Chissà, magari un giorno torneremo a parlarne.
Intanto, nel mondo, la vendita della tossina botulinica ad uso estetico, è sempre in aumento.
Biiang deriva da un concetto semplice ed univoco: essere giovani, matenersi giovani dentro e fuori.
Il nostro staff è già al lavoro per cercare sul mercato internazionale dei prodotti sempre all’avanguardia.
Noi di biiang stiamo studiando una nuova formulazione polipeptidica “mimetica” che sia in grado di apportare dei benefici al volto in tutta sicurezza.
Non appena saremo pronti ,ve lo comunicheremo.
NON PERDETE I PROSSIMI APPROFONDIMENTI in cui andremo a toccare un argomento interessantissimo: l’aumento dell’assorbimento dei nutrienti sul volto; metodi meccanici e fisici.
Nei prossimi articoli parleremo anche dell’UTILIZZO DEI PRODOTTI DI MEDICINA ESTETICA SENZA AGO. Una nuova frontiera che ci permetterà di migliorare il nostro status senza il trauma di iniezioni da filler.

 

Un pensiero su “Tossina botulinica dermocosmetica: un nuovo peptide biomimetico? Biiang indaga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *